Il nome “Leuca” gli venne attribuito dai marinai greci che venendo dall’Oriente vedevano questa cittadina illuminata dal sole da qui…leukos , bianco. Il resto del nome, invece, trae origine dallo sbarco di San Pietro dove si pensa abbia iniziato qui il suo processo di evangelizzazione. Ma il nome con cui è conosciuta maggiormente è “De finibus terrae” (ai confini della terra) nome dato dai Romani in riferimento proprio alla sua posizione geografica come ultimo lembo di terra dove si pensava che il Mar Jonio e il Mar Adriatico si incontrassero… La “Perla dei due Mari” che si adagia in un tratto di costa alternato da scogliere e piccole calette di sabbia, si distingue per il patrimonio artistico, storico, culturale e naturalistico e per i fondali marini che sono un vero e proprio paradiso per il turismo subacqueo.

 

Caratterizzato da un entroterra prodigo di storia e cultura, di splendidi paesaggi da ammirare e di sontuose ville ottocentesche che declinano verso il lungomare, Leuca è un paradiso di profumi e di colori, dove il canto delle cicale si unisce al suono del mare creando una melodia incantevole…Un angolo di pace che affascina e seduce dove è facile divertirsi e passare delle serate in compagnia, aspettando l’alba nei locali più fashion del Salento. Da vedere: La Basilica De Finibus Terrae, il Faro di Santa Maria di Leuca, Villa Meridiana, Villa Episcopo, Villa Fuortes, Villa Colosso, Villa Pia della Mellacqua