Un giorno nel parco

27 settembre 2014 | Parco dei Canali - Ortelle

Torna più in forma che mai “Un giorno nel parco”, seconda edizione del format proposto dal Parco naturale regionale “Costa Otranto S.M. Di Leuca e Bosco di Tricase” e realizzato dalla società di turismo responsabile “Gli Econauti” per animare uno dei luoghi più belli e meno esplorati del circuito del Sac - Sistemi Ambientali e Culturali della Regione Puglia: il Parco Canali di Ortelle. In occasione della Giornata mondiale del turismo, l'appuntamento di quest'anno avrà come tema il turismo sostenibile tra benessere e sport con una giornata a carattere esperienziale per riscoprire la natura quale veicolo privilegiato di conoscenza di sé, attraverso la camminata e il gioco, elementi necessari per acquisire uno stile di vita sano e consapevole. 

Escursioni in formula coffeetrek, babytrek, laboratori ecologici, un'inedita “Caccia ai tesori dei Canali” ed esperienze di psicomotricità funzionale al tramonto: queste le parole chiave di un'esperienza accessibile e family friendly, adatta a esploratori di tutte le età, in un ambiente immerso nella natura e allestito con cura da Simone Dimitri di “Mirodia”, laboratorio di cosmetica naturale di Calimera. 

L'iniziativa è parte del progetto “Parks without borders” ed è realizzata grazie alla collaborazione del Comune di Ortelle, delle associazioni di trekking “PresentèFuturo” e “Edeno - culture & avventure”, A.Bi.Sa. Associazione biologici nutrizionisti del Salento, lo studio di psico-motoria funzionale “Blu creando”, Poiesis e la Protezione Civile di Marittima a Diso. 

In linea con i principi del turismo sostenibile, l'impatto ambientale dell'iniziativa sul territorio sarà ridotto al minimo grazie alla certificazione “Ecofesta Puglia”. I trekking, inoltre, saranno accompagnati da interpreti Lis per le persone sorde. Un'edizione, quella di quest'anno, completamente dedicata alla riscoperta di un luogo naturalistico d'eccezione, una stanza naturale ricca di flora e di fauna, segnata da percorsi, muretti a secco e una sorta di anfiteatro centrale dai larghi gradoni. Il Parco naturale Canali è un'area protetta ma anche un luogo poco conosciuto: l'iniziativa nasce dalla volontà di accrescere una sensibilità diffusa nei confronti dei percorsi meno tracciati e, in molti casi, meno curati del Salento. Per questo motivo, “Gli Econauti” ha lanciato su facebook l'ashtag #iloveparcocanali invitando tutti a condividere immagini significative di questo luogo.

INGRESSO GRATUITO

Cronoprogramma
La giornata si apre alle ore 10 con un coffeetrek, la colazione di benvenuto durante la quale associazioni di trekking del territorio, archeologi, biologi nutrizionisti e tanti amanti della natura si ritroveranno per un incontro informale prima della partenza verso il Parco delle Querce a Castro (ritrovo dalla piazza antistante la rotonda di Vigna Castrisi). Durante il coffeetrek Giuseppe Maggiore dell'Ente Parco presenterà il progetto “La Puglia dei sentieri” (http://www.pugliasentieri.sit.puglia.it/) che mette a sistema la rete escursionistica della Regione Puglia. Prima della partenza, i camminanti potranno prepararsi alla camminata grazie agli unguenti odorosi appositamente preparati da “Mirodia”. A guidare la carovana di esploratori, esperti naturalisti dell'associazione “PresentèFuturo”, Martino Martellotta, presidente di A.Bi.Sa. Associazione biologici nutrizionisti del Salento, storici e archeologi del territorio per un percorso di quasi 3 ore – perfettamente accessibile a tutti – durante il quale gli esperti racconteranno con un approccio multidisciplinare le peculiarità del sentiero. Ogni tappa sarà tracciata da un segno, un piccolo monile naturale realizzato dallo stesso “Mirodia”. 

Dopo il ristoro offerto dagli operatori del Parco, alle 14.30 spazio ai laboratori ecologici a cura dello staff di Ecofesta Puglia. Alle 15 si parte per il babytrekking, un percorso nei Canaloni guidato dagli esperti e adatto alle esigenze dei più piccoli. Di ritorno al Parco, alle 17 si dà il via alla “Caccia ai tesori dei Canali” per esplorare il Parco attraverso il gioco e conoscere i segreti della sua storia, la flora e la fauna. 

Al tramonto, la giornata si chiude con un'esperienza di psicomotricità funzionale a cura dello Studio Psico-motorio-funzionale “Blu creando”. A partire dalle 18, partirà un percorso multidisciplinare che possa integrare gli aspetti cognitivi, emotivi e motori in modo armonico e più funzionale all'ambiente. Attraverso il movimento e l'uso della musica si vuole favorire l’interazione con gli altri e conoscere più approfonditamente le dinamiche del proprio corpo.

per maggiorni informazioni visitare la pagina facebook dell'evento